"vivi una vita in cui ti riconosci"Tiziano Terzani

martedì 25 marzo 2014

Treno per casa

Questa mi hanno consigliato di raccontarla.....in effetti si tratta di un luuuuuuungo viaggio attraverso l'Emilia!!!

Venerdì pomeriggio ore 15. Finalmente finisce la mia settimana lavorativa!!!!!!E' una bella giornata e non vedo l'ora di essere a casa. Esco dal lavoro monto sulla mia bici e di volata arrivo in stazione per prendere il solito treno linea Ancona Piacenza.  Butto l'occhio sul tabellone leggo solo l'orario e corro al solito binario. Mi lancio sul treno come sempre di corsa tutta sudata e trafelata. ("-ma quanta gente che c'è oggi") finalmente trovo un posto libero mi siedo, come sempre tiro fuori il mio libro apro leggo due pagine e mi addormento. Nel sentire il treno che rallenta apro gli occhi, guardo fuori dal finestrino e leggo: San Pietro in Casale. Mi giro e rivolgendomi al tipo seduto davanti a me escamo "ma dove cazzo va sto treno????" e quello con un bell'accento marcatamente ferrarese : "Oi, a Ferrara!" ......Cazzo!!!!!!Mi accorgo di un po' di facce divertite attorno a me, Fanculo penso!
Inizio a cercare il modo più semplice e veloce per arrivare a Modena che sarebbe tornare indietro e prendere (il solito) treno bologna Modena, ma oggi non è giornata infatti la linea è appena stata soppressa causa grave incidente ferroviario.
Ormai che ci sono arrivo a Ferrara e da li vedo...
Arrivata in stazione scendo e inizio a guardarmi attorno. C'è un autobus fermo nel piazzale davanti e approfitto per andare a chiedere all'autista che mi dice che c'è una corriera che va diretta a Modena che parte alle 16:22. Ringrazio guardo l'ora 16:10!!!!!Inizio a sgaggiarmi per capire dove prendere sta corriera e il biglietto. Arrivo di corsa alla stazione degli autobus passo davanti alla ragazza che abitava sopra da me quando stavo a Cento, lei distoglie un attimo lo sguardo dal libro che sta leggendo poi riconoscendomi alza la testa e mi guarda con occhi sgranati!!! "Ciao, dove caxxo si fanno i biglietti qui!!!!!"Lei mi indica con il dito corro verso la biglietteria e intanto incrocio un altro ragazzo delle mie parti con cui avevo fatto il corso di alpinismo che saluto frettolosamente.
Alla biglietteria automatica riesco a fare il biglietto in fretta e furia e finalmente con calma riesco a tornare in dietro per salutare i mie due amici che si chiedono cosa stessi facendo a Ferrara. Spiego loro la gaffe e intanto arriva la corriera.
Almeno me la passo in chiacchiere fino a Cento!
Ferrara Modena in corriera è luuuuuuunga davvero lunghissima!!!!Ci metto quasi due ore.
Finalmente alle 18 passate arrivo a Modena. Passo la fermata della stazione ma un tipo mi dice che il capolinea è solo 200 metri più avanti. Va bene, tanto ormai....
Finalmente scendo dalla corriera faccio due passi vado su un aiuola e metto il piede su una m......giornatona direi!!!!Inizio a camminare per raggiungere la stazione dei treni dove ho parcheggiato la macchina. Cammino, cammio, cammino cammino......devo aver sbagliato qualcosa alttro che 200 metri!!!!Ma io Modena non la conosco proprio, meglio chiedere. Fermo una tipa che mi risponde in Inglese......è uno scherzo dai su smettiamola!!!!!!Mi fermo a chedere in un edicola e quello mi dice che sono totalmente fuori zona....ma cosa cazzo mi sono persa!!!????Mi viene da ridere perchè sto ritorno dal lavoro sta diventando un viaggione altro chè!!!Dopo un infinito giro turistico in quel di Modena alle 19 passate riesco a raggiungere la stazione e ad arrivare finalmente alla macchina.
Verso le 20 finalmente riescco a varcare la soglia di casa!!!!Una birrona gigante me la merito tutta!!!!!!Che fatica tornare dal lavoro oggi!!!!

domenica 2 marzo 2014

Cima Cola????Nex time!!!!

Partiamo questa mattina all'alba con un sacco di idee nel paniere pur con la consapevolezza di un meteo non troppo clemente e un rischio valanghe tre marcato. Abbiamo cercato tracce di gite con poca pendeza stando attenti anche da quale versante fosse meglio partire.
Arriviamo in val Suganana che piove, fa caldo, le nubi sono basse e la neve pesante....non è il massimo per lo scialpinismo. Gli altri concordano con me di rimanere in zona Panarotta...male che vada sugli impianti come dice un mio amico "il tempo è sempre bello".
Decidiamo per cima cola o Hoabonti ma mi accorgo troppo tardi che le tracce che ho partono da val sugana che è dalla parte opposta della valle dei Mocheni e quindi del panarotta....se anche avessimo avuto dei ripensamenti ormai è troppo tardi, abbiamo imboccato la vallata sbagliata!
Mentre saliamo il mio tom tom mi porta su per una mulattiera......torniamo indietro e decidiamo che il tom tom può anche andarsene a fare in C......!!!!
Torniamo sulla strada principale e cerchiamo di seguire i cartell che ci portano alla località Pozza da cui dobbiamo partire.
Per distrazione ci accorgiamo di superare la deviazione un attimo dopo...nel fare per tornare indietro riusciamo a piantarci nel "fango nevoso". Cerco di uscire, ma DAve e Carlo sono costretti a scendere a dare una spinta. Premetto: Giuro che non lo faccio apposta...mentre Carlo spinge sul fianco della macchina Dave si mette dietro. Tocco solo l'acceleratore sento la ruota slittare e uno SPLASH!!!! La macchina è fuori....ma mi giro e vedo il povero Dave che è una maschera di fango!!!!!mi dispiace ma non ce la faccio, è più forte di me, non riesco a trattenere le risate!!!Dave si guarda un attimo spaesato e risale in macchina spargendo fango ovunque! a me mi attacca la ridarola e quasi non riesco a guidare dal ridere....non so come dirglielo che mi dispiace....e più che altro non riesco proprio!!!!!
Oggi proprio sembra non essere giornata, ma è meglio buttarla in ridere!!
Arrivati su ci raggiunge anche Daidola e finiti i preparativi inziamo a salire verso il monte cola. Prendiamo la salita con tutta la tranquillità del mondo facendo chiacchiere.
La pendenza non è mai troppo accentuata e la neve è davvero ma davvero tanta!
Quando usciamo dal bosco riusciamo ad avanzare ancora un po' poi il pendio si fa più ripido. La neve non è bella e proprio affianco a noi c'è un grosso distacco. Pella e Giorgio decidono di andare avanti ancora un po, poi basta.Non è il caso! Leviamo le pelli e iniziamo la nostra discesa. La neve ci arriva all'inguine, è veramente uno spettacolo! Oggi poi siamo davero un bel gruppetto assortito: Giorgio Manue e Carlo che scendono elegantemente con il loro "tallone libero", Alle, Pella Barbara Valerio e Leo che serfano con la loro tavola e io la Virgin e Dave con i nostri bei sci larghi.
Torniamo alla malga che ormaai sono le due del pomeriggio.....giretto breve, ma oggettivamente ormai è troppo tardi per ripellare....e gli odori della malga li davanti ci attirano.
Finisce così un altra bella giornata di scialpinismo. Per quanto breve comunque bella...e comunque una giornata dove siamo stati bravi a saper rinunciare!
Mettiamo in saccoccia anche questa e coomunque ormai le tracce le ho e sapremo farle tornare utili in condizioni migliori!
Qui la traccia del giro.
...e le foto per gentile concessione di Carlo Rigoni!!